head-olii

informazioni e consigli

L’olio vegetale di origine alimentare può essere recuperato e destinato alla produzione di grassi e saponi, se invece versato nelle fognature cittadine può causare danni ai sistemi di depurazione.
Se differenziato, l’olio alimentare esausto viene inviato a ditte speializzate nel recupero di tali materiali.
L’olio vegetale dopo una prima lavorazione che elimina tutte le impurità può essere trasformato in additivo per il gasolio [biodiesel], in glicerina da utilizzare nell’industria dei saponi e dei cosmetici oppure in lubrificante a base vegetale.

cosa conferire

olio di frittura, di oliva e di semi; olio di sottoli [es. carciofini, funghi, olive];
olio di pesce in scatola [es. tonno, salmone].

cosa non conferire

olii minerali e di origine non vegetale.

CONTENITORI STRADALI
TUTTI I GIORNI

come depositare

Conferire gli oli usati, di origine vegetale, negli appositi contenitori installati sul territorio comunale.
Devono avere esclusiva origine domestica, ossia non devono provenire da attività commerciali o artigianali.
L’olio è estremamente inquinante: non gettarlo mai nel lavandino o nel WC.

olio